Beauty

Tipi di rossetto in base al finish: che significa e come sceglierli

I tipi di rossetto in base al finish sono diversi, ma prima di elencare le diverse tipologie, occorre spiegare cosa si intende esattamente per “finish”. Con tale termine si indica l’effetto del prodotto sulle labbra. Proprio questo, permette di distinguere tante categorie.

Tipi di rossetto in base al finish: ecco quali sono

 I tipi di rossetto in base al finish sono tanti e tra quelle principali vi sono quelli cremosi, satinati, velvet, MAT o opaco, metallizzati. A questi si aggiungono anche quelli lucidi, semi-trasparente o sheer, perlati, con glitter.

Per quanto riguarda quelli cremosi, si tratta della categoria di rossetti chiamati anche “classici” e che presentano un finish brillante e lucido. In più il loro effetto è idratante, adatto quindi anche per coloro che hanno labbra secche. Si può scegliere anche per un look giornaliero, ma non è escluso per outfit serali. Tuttavia è più consigliato per chi ama i look di tipo classico.

Molto luminoso invece il risultato dei rossetti satinati, adatto per chi vorrebbe labbra più ricche dal punto di vista della morbidezza e con una certa nota di colore.

Nel caso del satinato, si tratta di un elemento che può essere indossato sempre, sia di giorno che di sera.

Il velvet invece è una tipologia meno brillante, perché presenta un effetto più opaco rispetto al satinato. Il termine indica infatti un rossetto “di velluto”, traduzione della parola inglese. Non terminano qui però le caratteristiche dei vari tipi di rossetti.

Le caratteristiche delle altre tipologie di rossetto

Tra le caratteristiche delle altre categorie di rossetto, vi è anche quella di rendere le labbra asciutte. È questo il caso del rossetto MAT, definito anche “opaco”, tanto che sembra una sorta di seconda pelle.

Si tratta di un elemento molto consigliato per coloro che optano per tonalità molto evidenti, ma non vogliono apparire troppo eccentriche. L’effetto opaco infatti riduce il finish eccessivo del colore.

Molto particolare invece il tipo “metallizzato”, che si consiglia a tutte quelle persone che vogliono dare un tocco rock al proprio look. Se invece si mira ad una maggiore brillantezza, la risposta è nel rossetto lucido, consigliato anche a chi vuole dare più risalto alla forma delle labbra. Il semi-trasparente o sheer invece è simile al lucido, ma è meno coprente. Per questo, permette di vedere anche il colore originale delle labbra e di coprirlo solo in parte con un pigmento aggiuntivo.

Se invece si vuole sfoggiare un look che rimanda indietro agli anni ’80, il perlato è perfetto ed è adatto a chi ha una pelle molto chiara. Molto più idoneo per occasioni speciali o anche per feste è invece il rossetto con glitter. Questo è sicuramente più adatto per poter attirare l’attenzione e per abbinarlo con outfit particolari, che non vogliono passare inosservati.

Come si è visto, esistono diversi tipi di rossetti suddivisi in base al loro finish e ognuno può essere abbinato a differenti occasioni e a vari look. Si consiglia inoltre di scegliere sempre seguendo anche i propri gusti, ma nello stesso tempo ricordando di acquistare solo prodotti sicuri.

 

Photo cover credits da pixabay.com