Beauty

Pettinature particolari: ecco il bun spettinato

Tra le pettinature particolari può sicuramente essere citato il cosiddetto “bun”, la cui traduzione sarebbe “chignon”. Il termine però viene utilizzato sempre di più per indicare un particolare tipo di crocchia, dall’aspetto spettinato. Nonostante questo effetto originale, si tratta di un modo di sistemare i capelli che dona in realtà anche un tocco unico di eleganza. In più può essere perfetto per essere sfoggiato durante le ore diurne, ma anche durante quelle serali.

Pettinature particolari: ecco il particolare “chignon spettinato”

Tra le pettinature particolari sicuramente si può citare il “bun”. Il termine si utilizza molto spesso per indicare la cosiddetta “cipolla”, ovvero il fatto di sistemare i capelli in alto, arrotolati fino a formare una crocchia. Sicuramente si tratta di una pettinatura molto comoda da portare durante la stagione estiva, ma non solo. Può essere infatti sfoggiata in ogni momento della giornata, sia di giorno che di sera e anche d’inverno.

In più il termine “bun” si usa molto spesso per lo chignon spettinato, è molto veloce da fare e non solo.

Oltre a questo infatti è adatto sia per chi ha i capelli di lunghezza media, sia per chi ha una chioma molto lunga. Per poterlo realizzare, vi sono due modi: il primo consiste nel realizzare una coda di cavallo, fermandola con un elastico. Il passo successivo è arrotolare la chioma intorno all’elastico, fino a formare una crocchia. Per fermare questo step, si può usare un elastico morbido e di diametro abbastanza esteso.

Al fine di creare l’effetto spettinato invece, molto lentamente si potranno sfilare alcune ciocche dalla pettinatura e farle ricadere lungo il viso. In questa fase si deve prestare molta attenzione a non rovinare il resto del bun. Il risultato però sarà una sistemazione molto originale e che darà un tocco elegante e particolare.

L’altro metodo per realizzare il bun spettinato

Per realizzare questa particolare pettinatura si può anche evitare di formare prima una coda. È possibile infatti iniziare ad arrotolare subito la chioma, fermandola poi con un fermaglio apposito, a forma di stecca, o un elastico.

La parte finale consiste sempre nel fatto di “sfilare” alcune ciocche dalla pettinatura. In alternativa, prima di formare il bun, è possibile escludere da quest’ultimo una ciocca o più. In questo modo, realizzare lo chignon spettinato sarà molto più semplice.

Ovviamente si deve precisare di non pettinare la parte rimasta fuori dalla crocchia, anche perché più si ha un effetto spettinato e più è particolare. Come accennato, tale pettinatura è molto semplice da effettuare e soprattutto può essere abbinata anche ad un bel paio di orecchini lunghi, con un vestito elegante. In alternativa, può andare bene anche con un look sportivo. La sua estrema versatilità lo rende ormai uno degli chignon maggiormente apprezzati dalle donne, che lo sfoggiano in diverse occasioni. Tra l’altro c’è anche chi sceglie di usare fermagli molto particolari per poter fermare la “cipolla”, con particolari effetti brillanti.

Ulteriore vantaggio di questo bun è che permette di tirare su i capelli senza il rischio che questi diano fastidio sulle spalle o sul viso. Per questo, soprattutto quando si va al lavoro, può essere una pettinatura molto utile.

Photo cover credits da pixabay.com