Beauty

Eyeliner: il tipo e la forma per ogni occhio

eyeliner

Amato e utilizzato fin dall’antichità, l’eyeliner è da sempre uno degli elementi di make up considerati pressoché imprescindibili. Che sia il classico eyeliner nero o versioni colorate, metallizzate o glitterate, ne esiste davvero uno per ogni stile. E, soprattutto, per ogni tipo e forma di occhio. Sì, perché ogni occhio può essere valorizzato al meglio con la giusta applicazione dell’eyeliner, andando anche a correggere o a minimizzare quelli che possono essere dei piccoli difetti. Specialmente in questo periodo in cui gli occhi sono l’unica parte del viso su cui possiamo lavorare sotto la mascherina, è bene sapere da dove iniziare per valorizzare lo sguardo, che sia con il makeup o con, per esempio, la laminazione ciglia!

I diversi tipi di eyeliner

Cerchiamo innanzitutto di fare chiarezza sui diversi tipi di eyeliner in commercio tra cui possiamo scegliere, prima di passare alle tecniche con cui applicarlo.

Eyeliner a pennarello o a matita

Questo è sicuramente il tipi di eyeliner migliore per chi è alle prime armi e non ha molta dimestichezza con questo tipo di makeup. Grazie alla punta compatta e alla forma simile a un normale pennarello, questo tipo risulta il più semplice per applicazione (dopo comunque poca pratica!). Per assicurare un tratto omogeneo e senza sbavature è importante tenere la pelle della palpebra leggermente tesa spingendola verso le orecchie con la punta del dito indice. In base alla pressione esercitata, il tratto può apparire più o meno spesso per creare sia look leggeri da giorno che più marcati, per la sera.

Eyeliner in crema e in gel

A differenza del precedente, questo tipo di eyeliner richiede più manualità ed esperienza. Sì presenta infatti sotto forma di vasetto (sia nel caso del gel che della crema) e il prodotto va prelevato e applicato con un pennellino specifico. Il margine di errore è più ampio, anche se molto dipende da quanto è fermo e preciso il vostro tratto. In ogni caso, se doveste applicarlo in un modo che non vi soddisfa o se ci fossero delle sbavature, vi basta inumidire un cotton fioc con dello struccante a base oleosa per rimuovere il prodotto in eccesso.

Eyeliner liquido

In quest’ultimo caso, l’applicatore consiste in una punta sottile che si immerge nel prodotto liquido. Tra i pro troviamo (spesso, ma non sempre) una maggiore durata e resistenza, ma la sua consistenza lo rende inevitabilmente più difficile da applicare con precisione.

Quale make up scegliere in base alla forma dell’occhio?

Se la scelta del formato e della consistenza è strettamente legata alle preferenze individuali, ci sono dei piccoli suggerimenti che possono essere messi in campo in base alla forma dell’occhio. Per esempio, se i vostri occhi appaiono piccoli, un modo per amplificare lo sguardo è quello di disegnare delle linee molto sottili e concentrarsi sulla rima superiore, lasciando quella inferiore al naturale.

Il tipico effetto da gatta dell’eyeliner si realizza partendo dall’angolo interno dell’occhio e prolungando la linea fino a creare delle “codine“. Questa forma di eyeliner è particolarmente indicata sia per accentuare la forma degli occhi a mandorla che per dare profondità e una forma più sensuale agli occhi rotondi.

Per un trucco da sera di maggiore impatto, la linea può essere disegnata sia nella rima superiore che in quella inferiore, se gli occhi sono abbastanza grandi. Sugli occhi grandi, infatti, le forme di eyeliner possono essere le più disparate e ci si può sbizzarrire usando la fantasia. Se invece volete creare un effetto di equilibrio in caso di occhi vicini, vi basterà applicare l’eyeliner a partire da metà palpebra ed estenderlo verso l’esterno. Se gli occhi sono lontani, al contrario, sarà meglio concentrarci esclusivamente sulla lunghezza naturale della palpebra, senza allungare, ma puntando invece a dare spessore alla rima superiore.