Beauty

Capelli diradati nelle donne, le cause e i rimedi per combatterli

I capelli diradati nelle donne sono un fenomeno in continua crescita, che se prima era prerogativa del sesso maschile, ora, invece, sta colpendo anche il corpo femminile. I fattori che influenzano il problema sono diversi, e per lo più sono connessi al tipo di vita che la donna conduce quotidianamente.

I ritmi di vita odierni sono super frenetici, riuscire a conciliare correttamente vita sociale, vita coniugale o familiare e lavoro, non è sempre semplice. Lo stress è una costante sempre presente nelle nostre vite, a questo molte volte si aggiungono, anche, uno stile di vita sbagliato e problematiche psicologiche. I capelli diradati nelle donne portano con sé tutta una serie di disturbi che intaccano l’autostima e la sicurezza individuale.

Causa dei capelli diradati nelle donne

Prima di capire come risolvere questo fastidioso problema, cerchiamo di capire quali sono le cause che portano al diradamento dei capelli nelle donne:

  • Lo stress: al primo posto troviamo proprio lui, che causa l’alopecia da stress, che per fortuna è temporanea
  • La genetica: sui geni, purtroppo, non è possibile lavorare ma ci sono dei metodi per prevenire la caduta dei capelli molto efficaci
  • Gli ormoni: ogni donna, in alcune fase della propria vita va incontro a scompensi ormonali, che possono causare un eccessivo assottigliamento del fusto capillare
  • Un errato stile di vita: ad alcune persone sembrerà assurdo, eppure una vita sedentaria e un’alimentazione scorretta possono causare il diradamento dei capelli
  • I farmaci: alcuni provocano diversi effetti collaterali, tra cui quelli che colpiscono la chioma

Il diradamento dei capelli può essere temporaneo oppure costante nel tempo. Il primo si risolve nel giro di poco tempo, lavorando sulla causa del problema. Sulla seconda tipologia, invece, servono metodi di prevenzione più strong.

Come risolvere il problema del diradamento nelle donne

Esistono diversi metodi per risolvere e prevenire il problema del diradamento dei capelli nella donna. Dalle lozioni specifiche ai farmaci che riducono la produzione di ormoni angrogeni, che sono i principali responsabili dell’alopecia androgenetica. Nei casi più estremi, in cui il capello non è recuperabile, è possibile affidarsi al trapianto.

Quando il diradamento è temporaneo, ovvero causato da stress o da specifiche carenze alimentari, è sufficiente lavorare sulla causa. Quindi, adottare uno stile di vita corretto, fare un po’ di esercizio fisico ogni giorno, bere tanta acqua e condurre una vita più tranquilla, bastano a far tornare i capelli in testa. Il consiglio, in questi casi, è anche quello di aggiungere nella propria alimentazione degli integratori ad hoc che vadano a rinforzare il bulbo e proteggano il capello, evitando che cada nuovamente.

Vediamo quali sono le varie soluzioni disponibili al diradamento dei capelli nella donna.

Il massaggio al cuoio capelluto

Un modo per rafforzare i capelli e prevenirne la caduta, è il massaggio al cuoio capelluto, che andrebbe effettuato una volta al giorno, da ogni donna che cerca di mantenere i propri capelli forti e in salute. Un’abitudine salutare che ne favorisce la crescita e l’allungamento. Il massaggio va effettuato sul cuoio a capello asciutto, sbagliato farlo dopo lo shampoo perché da bagnati, i capelli sono maggiormente soggetti a traumi.

Basta posizionare i polpastrelli di entrambe le mani sulla testa ed effettuare piccole pressioni con le dita sulla cute, muovendole dalla fronte alla nuca. Concentrati sulle radici, sulla fronte e sulle tempie. I movimenti devono essere circolari per essere efficaci. In questo modo andrai a favorire l’elasticità del capello e stimolerai la corretta circolazione sanguigna. Un buon massaggio deve durare almeno 5 minuti.

Prodotti cosmetici specifici

Esistono tantissimi prodotti cosmetici specifici che possono aiutare le donne a combattere il fenomeno del diradamento. Disponibili sotto forma di fiale, di shampoo e balsamo, o anche di integratori alimentari che aiutano a ripristinare il ciclo di vita del capello. Tra questi ultimi si rivelano molto utili quelli a base di Vitamina B6, di Tussilago Farfara e di Iricalmina.

La scelta del giusto shampoo è un passaggio fondamentale quando si parla di diradamento femminile, perché è necessario detergere la cute in modo delicato senza alterarne il PH. Gli shampoo specifici anti-caduta, hanno i compiti di eliminare forfora e prurito, equilibrare la produzione di sebo e nutrire i capelli in profondità.

Dopo la corretta detersione e pulizia del capello, è bene rinforzarlo e nutrirlo con fiale specifiche. Un prodotto davvero efficace è Foltina plus, una lozione spray studiata appositamente per risolvere il problema del diradamento dei capelli. Realizzata con ingredienti naturali, agisce alla radice andando a rinforzare la struttura del capello e favorendone la crescita di nuovi. Ecco alcune recensioni utili sul prodotto in questione.

Altri rimedi naturali

Esistono, poi, dei rimedi naturali, che possono essere usati in modo complementare a quelli specifici. Ad esempio, puoi realizzare una maschera nutritiva fai da te, a base di avocado, da utilizzare ½ volte alla settimana come impacco pre-lavaggio. L’avocado è ottimo, nutre a fondo e rende i capelli più morbidi e più forti. Basta mischiare la polpa di un avocado con un po’ d’acqua e olio di oliva, spalmare su tutto il capello e tenere in posa mezz’ora prima di procedere con lo shampoo.

In alternativa, puoi utilizzare degli oli essenziali, da aggiungere allo shampoo o da applicare sul capello prima dell’asciugatura, come quello di Tea Tree o di Rosmarino. Entrambi aiutano a stimolare la giusta circolazione sanguigna e prevengono la caduta.

I rimedi per i casi più gravi

In presenza di un grave diradamento dei capelli nella donna è meglio rivolgersi ad uno specialista, il tricologo, che ti sottoporrà a specifici esami per capire la causa del tuo problema. Nel dettaglio, dovrai fare una visita tricologica, che andrà ad analizzare lo stato di salute del tuo capello, un tricogramma, ovvero un’analisi al microscopio di un campione di capelli e un mineralogramma, ovvero un’analisi delle carenze alimentari presenti nel tuo organismo.

In base ai risultati ottenuti, lo specialista sarà in grado di consigliarti il trattamento più adatto alle tue esigenze e, in caso estremo, il trapianto.

Conclusione

Come vedi, le soluzioni per prevenire e bloccare il diradamento dei capelli esistono. La cosa più importante è prendersi cura del proprio corpo, e di conseguenza della propria chiomo, giorno dopo giorno, con un corretto stile di vita e utilizzando i giusti prodotti cosmetici.

Foto di Element5 Digital da PexelsPongsak Tawansaeng – it.123rf