Lifestyle

Stress in gravidanza: conseguenze e quando fare attenzione

stress in gravidanza

È risaputo che la salute della madre influenzi enormemente la salute del figlio che porta in grembo. È per questo che, durante la gestazione, avere comportamenti salutari è più importante del solito. Ma non si parla solo di salute fisica, quanto anche di quella mentale. Ed è per questo che bisogna tenere sotto controllo lo stress in gravidanza.

Una piccola dose di stress in realtà è normale. Anzi, una mamma un po’ nervosa in gravidanza lo è, probabilmente, per la gravidanza stessa. Si trova, infatti, in una fase di profondo cambiamento. Non solo il suo corpo sta cambiando, e lo vede mutare sotto i suoi occhi, ma anche la sua vita è in una fase di profondo cambiamento.

Stress in gravidanza: le cause naturali

Nella lista di cause di stress gravidanza ci sono, sicuramente, tutti i fastidi che una donna incinta deve affrontare. Dalle nausee di cui è proprio difficile liberarsi, ai mal di schiena persistenti. Questi piccoli fastidi impediscono alle future mamme di svolgere le loro attività quotidiane nei primi mesi della gestazione, quando la vita dovrebbe essere ancora normale, causando dunque nervoso e agitazione in gravidanza.

Si aggiunge, poi, il timore del parto. Anche se diventare mamma è una scelta e un desiderio profondo e nel prendere questa decisione se ne accettano tutte le conseguenze, il parto non può che essere fattore di stress.

Inoltre, anche i cambiamenti di vita, e non solo quelli del corpo, possono preoccupare una mamma in attesa. Dopotutto, molte cose della propria vita cambieranno dopo il parto, dalle dinamiche familiari e di coppia, al tempo personale, e dunque il connubio stress e gravidanza è del tutto normale.

Il problema arriva quando lo stress supera i valori di normalità e inizia a diventare un fattore di rischio.

Ansia e dispiaceri in gravidanza

Tutta un’altra storia è quando lo stress diventa eccessivo, oltre i livelli di normalità, e rischia di creare problemi alla mamma e al bambino.

Ci sono alcune cause di stress che non si possono controllare: un enorme dispiacere, come la perdita di un caro, o un evento improvviso, come un terremoto, sono causa di forte stress per chiunque. Ma, per una donna in gravidanza, stress del genere possono anche causare una induzione prematura del parto.

Questi aspetti, però, sono ovviamente al di fuori del controllo materno. Ciò che una donna può fare è allenarsi a tenere a bada il proprio stress. Se è una persona che soffre già abitualmente di ansia, è bene che decida di iniziare a prendersene cura nel modo più appropriato, attraverso la psicoterapia o tramite esercizi di rilassamento che possano aiutarla a gestire situazioni stressanti. Anche se, ovviamente, non tutto si può controllare.

Lo stress eccessivo su cui, invece, ha potere, è quello causato dalle preoccupazioni esterne. Questo tipo di stress non è dannoso in sé sulla salute del bambino, ma rischia di causare comportamenti scorretti. Per esempio, mangiare poco sano o bere alcol o fumare. È molto importante che questi fattori di rischio siano sotto controllo, in modo da evitare che il feto possa subirne le conseguenze.

Photo cover credits da pixabay.com